• Bisport

Campo padel Fai-da-te? No Grazie!

I buoni motivi per affidarsi ad uno specialista nel realizzare una struttura di qualità


a cura di Laura Saracino


Da semisconosciuto, il padel è diventato un passatempo estremamente diffuso, trasformatosi in pochi anni nella disciplina all’ultima moda, un gioco divertente con regole semplici che permette a principianti ed esperti di divertirsi allenandosi.


Con l’aumentare delle polisportive e dei centri che mettono a disposizione campi da padel, cresce anche la necessità di sottolineare come, dietro ad una struttura apparentemente semplice, fatta di un campo delimitato da pareti in vetro, ci sia la necessità di avere un fornitore affidabile e sicuro, che accompagni l’acquirente in tutte le fasi di reperimento materiali e costruzione del campo.


La co-titolare di Bisport, Serena Manzini, illustra i principali motivi per cui affidarsi ad uno specialista non è solo la scelta migliore, ma in realtà l’unica per avere strutture sicure, funzionali e funzionanti.





La qualità vince sempre sulla convenienza

L’ingrediente base è scegliere una struttura di qualità. Potrebbe voler dire anche spendere unpo’ di più, ma tutto va a beneficio del risultato finale e della durata del campo nel tempo. Scegliere con cura il fornitore su cui fare affidamento vuole dire anche capire fino a che puntola convenienza è realmente tale. I materiali e l’expertise di qualità costano, e di sicuro non conviene ridurre le spese in questa fase: il rischio è di dover poi spendere molto di più in manutenzione e sostituzione, senza contare ai rischi di fare giocare sportivi in strutture non perfette. Ci sono moltissime normative da rispettare, complice l’utilizzo di materiali estremamente pesanti e potenzialmente pericolosi se montati in maniera errata o superficiale.


Scegliere il Made in Italy

Scegliere una struttura fatta in Italia che risponda alle normative italiane è un’ottima scelta di partenza, poiché in grado di fornire certificazioni valide a livello nazionale. Vista la popolarità della disciplina e la grande domanda di campi, succede che in tanti importino le strutture dallaSpagna o da altri paesi dove sono più economiche, addirittura in alcuni casi improvvisandosi posatori. Ma è fondamentale avere competenza, non sono strutture facili da montare e soprattutto è in gioco la sicurezza degli atleti.





Iter lungo: meglio avere qualcuno di fidato al proprio fianco

Un altro rischio è quello di dividere il progetto, distribuendo incarichi più piccoli a tanti fornitori: si chiede al vetraio di fare le pareti, poi chi lavora il metallo crea la struttura, infine per l’erba ci si rivolge ad una terza persona. Se all’inizio può sembrare un risparmio, in realtà a progetto ultimato ci si accorge di aver speso persino di più. Ma il guadagno non è solamente economico: affidarsi ad una sola ditta in grado di fornire tutte le certificazioni necessarie semplifica tantissimo l’iter da seguire. Richiedere ed ottenere autorizzazioni per ogni singolo passaggio e fornitore non solo impiegherebbe un tempo lunghissimo prima della effettiva realizzazione del progetto, ma un solo errore potrebbe compromettere la riuscita finale. La richiesta è tanta, e i tempi per ottenere le strutture sono lunghi, occorrono dei mesi prima di avere il campo chiavi in mano. Fare riferimento ad una sola azienda per la fornitura e il montaggio permette di tenere sotto controllo le tempistiche, ottenendo tutto ciò che serve nello stesso momento. Come i nostri clienti ben sanno, affidarsi a qualcuno come noi in grado di fornire tutto, dall’erba al vetro alla posatura del campo, permette velocità e facilità, con il risultato di un campo di qualità e un cliente soddisfatto.


Campo chiavi in mano: tante varianti ma un solo punto di riferimento

Decidere di montare un campo da padel su un’area che ha già una piattaforma pronta è molto più agevole ed economico, ma non è l’unica possibilità. Spesso infatti veniamo contattati da polisportive che decidono di adibire uno spazio al padel ma hanno bisogno di un sottofondo adatto. I progetti del campo devono essere realizzati da un ingegnere e approvati dal comune, e nel caso in cui si debba aggiungere la lavorazione del fondo, i tempi sono sicuramente più lunghi. Noi facciamo il preventivo, seguiamo la realizzazione passo per passo, fino alla consegna del campo chiavi in mano e affianchiamo l’impresa che realizza il sottofondo fornendo consulenza fino alla fase del montaggio, che viene eseguito esclusivamente dai nostri professionisti. Ulteriori varianti possono essere la copertura del campo, elemento chiave per difendere la struttura dal maltempo e occasione per poter sfruttare il campo nella stagione invernale. Un investimento che, data la richiesta attuale per questo sport, permette di sfruttare al massimo gli impianti e contribuisce ad uno scatto di qualità per la polisportiva o l’azienda che richiede il campo. Noi siamo in grado di pensare a tutto, e la nostra esperienza ci ha fatto capire quanto accompagnare il cliente in tutte le fasi sia fondamentale al successo e alla soddisfazione finale: non esiste intoppo o difficoltà che non si riesca a prevedere o risolvere velocemente, e stabilire un rapporto di fiducia tra committente e fornitore è un vantaggio ineguagliabile per entrambe le parti.